Pre Loader

Landing page per aumentare le tue conversioni

//Landing page per aumentare le tue conversioni

Quindi hai deciso di creare una landing page per promuovere il tuo nuovo prodotto o servizio. Ma come fai a sapere se la tua landing page convincerà i tuoi lettori a convertirsi ? Ci sono diverse cose che puoi fare per assicurarti che i tuoi lettori siano attratti dalla tua landing page e vogliano conoscere maggiori informazioni. In questo post, scopriremo esattamente cosa devi fare per produrre una landing page che legga la mente. Ma prima, iniziamo con le basi.

Che cos’è una landing page?

Prima di creare una landing page, devi capire esattamente di cosa si tratta. Una landing page è una pagina web dedicata, spesso chiamata spremitura o splash page. L’obiettivo è raccogliere i dati dei visitatori attraverso un modulo di acquisizione dei lead. Puoi utilizzare una landing page per regalare un e-book, un webinar o un corso gratuiti in cambio del tuo pubblico che si iscrive alla tua mail list. O forse raccogli e-mail prima di lanciare il tuo nuovo sito web. La parte migliore di una landing page è che è solo una pagina.

È una pagina che devi ottimizzare.

Perché, quindi, così tante persone commettono errori con le loro landing page? E perché così tante persone fanno fatica a convertire i propri clienti?

Una pagina di destinazione ben realizzata ti consentirà di indirizzare un pubblico specifico, creare un messaggio convincente e aumentare le conversioni.

Ma cosa succede nel crearne uno efficace?

Cos’è che rende alcune pagine di destinazione di successo e alcune no? Tutto dipende dal fatto che tu conosca il tuo pubblico o meno. Coloro che conoscono il loro pubblico saranno in grado di creare il giusto messaggio, attirare l’attenzione del loro pubblico e creare una landing page che legga la mente.

Ma come lo fai?

Scopriamolo.

1. Crea una persona

Tutto inizia con la creazione della persona ideale. Quando sai a chi ti rivolgi, sarai meglio attrezzato per creare una landing page che risuoni con loro. I tuoi utenti dovrebbero essere il tuo target di riferimento ideale. Dopotutto, se le persone giuste non visitano la tua landing page, non li convertirai mai. Le tue persone dovrebbero includere informazioni demografiche  dove vivono, la loro età ecc. Ma dovrebbero andare oltre. Se vuoi creare una landing page che legga la mente, devi sapere che cosa cercano le tue persone ideali e cosa sperano di ottenere. Devi scoprire le loro opinioni e come si sentono verso idee specifiche. Quando lo fai, sarai in grado di posizionare la tua offerta in modo che sia irresistibile. r

Vuoi aumentare le tue possibilità di conversione, quindi non provare a fare appello alla tua landing page per tutti. Utilizza invece i dati nelle tue persone per produrre landing page altamente mirate che parlano a un gruppo specifico di persone. Hai solo pochi istanti per attirare l’attenzione del tuo visitatore. E in quei pochi istanti, decideranno se vogliono o meno convertirsi.

2. Presentare l’offerta

Il motivo per cui le landing page sono così efficaci  è che isolano l’azione. Non ci dovrebbe essere un menu o altri collegamenti nella pagina di destinazione. Tutto dovrebbe guidare il visitatore verso il completamento dell’azione che si desidera intraprende. Distraerli con più opzioni è un modo infallibile per confonderli. Il tuo tasso di conversione ne risentirà. Non dare ai tuoi visitatori una scelta. Spiega cosa vuoi che facciano. L’unica opzione che dovrebbero avere è convertire o non convertire, come in questo esempio da Geico

La pagina di destinazione chiara significa che chiunque atterra sulla pagina ha solo un’opzione. Inserisci il loro codice postale o meno. Ma chiarire l’azione scelta non è sufficiente per garantire che i tuoi visitatori si convertano. Devi creare un’offerta che risuoni abbastanza con loro da intraprendere l’azione. Pensaci. Una landing page che chiede ai suoi utenti di iscriversi alla newsletter in cambio di nulla non si convertirà molto bene.

Perché?

Perché non c’è incentivo. Perché il tuo visitatore dovrebbe fare qualcosa per te senza ottenere qualcosa in cambio?

E no, la tua newsletter da sola non è un incentivo sufficiente. Ma creare un’offerta interessante non deve essere un compito complicato. Devi solo fornire al tuo pubblico qualcosa che realmente vogliono.

3. Scrivi il titolo

Una volta che hai individuato la tua offerta, devi iniziare a lavorare sul titolo. Il titolo deve essere accattivante. Di solito è la prima cosa che vedrà il tuo visitatore, quindi è necessario perfezionarlo.

Il titolo è spesso il fattore decisivo per la conversione da parte di un visitatore. E hai solo una vera opportunità per farlo funzionare. È necessario delineare esattamente cosa accadrà al visitatore una volta che intraprenderanno l’azione desiderata.

Salesforce ha un titolo e un messaggio chiaro: 

Questo titolo è fantastico perché attira l’attenzione del pubblico. Sono immediatamente attratti da esso. I visitatori sanno automaticamente cosa accadrà se compilano il modulo a destra.

Perché è efficace? 

Perché usa la lingua del tuo pubblico nel titolo.

Dopo il titolo, probabilmente utilizzerai una sottovoce. Questa è un’altra opportunità per menzionare i benefici. È per le persone che sono state costrette dal titolo ma hanno bisogno di qualcosa di più convincente. Ti dà un’altra possibilità di mantenere la loro attenzione e attirarli più vicini al tuo invito all’azione.

4. Creare la copia

Il buon copy vende. Lo sai. Ecco perché alcune aziende pagano migliaia di copywriter per mettere le parole in una pagina. Ma non è facile come scrivere semplicemente parole su una pagina. Devono significare qualcosa per il tuo cliente target. Come accennato con il titolo, se stai lottando per trovare parole, utilizza la lingua utilizzata dai tuoi potenziali clienti.

Il tuo Copy è lì come strumento per aiutarti a far passare il tuo punto e messaggio e aumentare le possibilità di conversione. Tutto inizia con la ricerca del punto giusto per la giusta quantità di copia. Scrivi troppo poco e non avrai abbastanza parole per farti capire. Ma scrivi troppo e la pagina diventerà travolgente.

Per le cose che richiedono al potenziale cliente di fornirti qualcosa di più del loro indirizzo e-mail, ovvero quando effettuano un acquisto, dovrai naturalmente utilizzare una copia aggiuntiva per assicurarti che tutti i dettagli necessari siano presenti.

Quando si tratta di scrivere effettivamente il tuo copt, dovresti rispecchiare lo stile del tuo marchio. Tieni presente che non riguarda te. Riguarda il cliente, quindi la frase che usi dovrebbe essere incentrata sul cliente.

Personalizza il copy della landing page evitando di usare parole come “noi” o “nostro” e opta invece per parole come “tuo” e “tu”

Queste parole evidenziano ai tuoi potenziali clienti che il motivo principale di questa landing page (e della tua attività) è di aiutarli a risolvere i loro problemi.

5. Utilizzare ausili visivi

Come abbiamo detto, la tua landing page è solo una pagina, quindi tutto dovrebbe essere lì per un motivo e avere uno scopo. La stessa regola si applica a qualsiasi immagine o video che usi. Quando aggiungi immagini alla tua landing page, dovresti utilizzare quelle che aiutano i tuoi visitatori a visualizzare i vantaggi dopo aver intrapreso la tua azione. Airbnb è un’azienda che si concentra sulle persone. Quindi ha senso che dovrebbero usare immagini di persone sulla loro landing page. Vogliono che i loro utenti si sentano soddisfatti e felici se si iscrivono come host Airbnb, quindi includono un’immagine di una donna che sorride. Per chiunque stia pensando di registrarsi per la piattaforma Airbnb, vedere un’immagine come questa li incoraggerà che è una buona idea.

6. Includi la prova sociale

Quando crei una landing page che legga la mente, capisci che una domanda che il tuo pubblico avrà sarà: “Ho bisogno di questo?”

Un modo per leggere le loro menti è quello di affrontare le loro domande. Le persone sono più propense ad agire se conoscono altre persone come loro hanno utilizzato quel prodotto o servizio e ne hanno tratto beneficio. L’uso della prova social sulla pagina di destinazione offre ai potenziali clienti un altro livello di fiducia. Pensano che sia più probabile che il tuo prodotto / servizio faccia effettivamente al caso loro.

Hai recensioni e testimonianze per il tuo prodotto che puoi utilizzare nella landing page?

I visitatori possono sperimentare i vantaggi attraverso le testimonianze di altri.

7. Utilizzare un invito all’azione

Il tuo pulsante di invito all’azione è importante. È forse l’elemento più importante della pagina. Se il tuo pubblico non riesce a vedere chiaramente il tuo pulsante, non saprà cosa fare. Ogni landing page dovrebbe avere un invito all’azione. L’invito all’azione è lì per guidare l’attenzione dell’utente. Parliamo del tuo Copy nel pulsante di invito all’azione.

Alexa utilizza la copia “Prova 7 giorni gratis”, che toglie la pressione al visitatore. Non devono impegnarsi completamente a utilizzare il servizio e non saranno addebitati se non ne sono soddisfatti.

8. Misura i tuoi risultati

Se non misuri i risultati della tua pagina di destinazione, non hai modo reale di capire se sta convertendo o meno correttamente. Utilizza Google Analytics  per misurare quanti visitatori sono arrivati ​​alla tua pagina di destinazione e si sono convertiti fornendo i loro dati. Quando si esamina l’efficacia della pagina di destinazione, considerare la frequenza di rimbalzo. La frequenza di rimbalzo è il numero di persone che sono arrivate sulla pagina di destinazione e non si sono convertite.

9. Assicurati di provare

L’unico modo per sapere se i tuoi tentativi funzionano è eseguire i test. Il test A / B della pagina di destinazione comporta la suddivisione del traffico a metà, quindi metà del traffico vede una versione della pagina di destinazione e l’altra metà ne vede un’altra. In questo modo sarai in grado di prendere decisioni informate su ciò che funziona e non funziona. Puoi confrontare due versioni della tua landing page e testare diversi elementi.

Hai due titoli che vuoi usare, ma non sei sicuro di quale funzionerà meglio? Usa il test A / B. Quindi, dopo aver generato abbastanza traffico, sarai in grado di vedere quale ha portato al maggior numero di conversioni. Con questi dati, puoi migliorare continuamente la tua landing page per garantire che converta il maggior numero di persone. Durante il test di elementi, non provare a testare tutto in una volta. Se lo fai, non avrai idea chiara di cosa hai bisogno di cambiare e cosa devi mantenere lo stesso.

Invece, cambia alcuni elementi alla volta e mantieni gli altri elementi uguali a una variabile di controllo.

Conclusione

La tua landing page obiettivo: convertire. Quindi perché non stai facendo tutto il possibile per incoraggiare i tuoi visitatori a compiere l’azione desiderata?

Tutto inizia con la pianificazione. Ma la pianificazione inizia anche prima di iniziare a pensare a quello che avrai sulla tua landing page. Se vuoi che abbia successo, devi leggere le menti dei tuoi potenziali clienti. In sostanza, devi conoscere davvero bene i tuoi clienti. Una volta che li conosci, determinerai quali parole, immagini e ragionamenti risuonano maggiormente con loro. E una volta che inizi a utilizzare le loro idee sulle pagine di destinazione, i tassi di conversione aumenteranno.

Quali strategie usi per migliorare le tue landing page? RICHIEDI UN NOSTRO PARERE!